​Lo scorso venerdì, 2 febbraio, presso la Sala del Consiglio del Comune di Lerici, alla presenza del Capo Reparto Ambientale Marino (RAM) della Guardia Costiera, Contrammiraglio Aurelio Caligiore, è stata sottoscritta la Carta di Partenariato - relativa all'Accordo Pelagos per il Santuario dei mammiferi marini nel Mediterraneo - da parte di sei comuni liguri: Bonassola, Deiva Marina, Lerici, PortoVenere, Borghetto Santo Spirito e Albissola Marina.

L'Accordo Pelagos, in vigore dal 2002, si prefigge di promuovere azioni armonizzate tra i tre Paesi firmatari - Italia, Francia e Principato di Monaco -, per la protezione dei cetacei e dei loro habitat contro le eventuali cause di disturbo, quali inquinamento, rumore, catture o ferite accidentali.

All'incontro hanno preso parta anche il Contrammiraglio Nicola Carlone, Direttore Marittimo della Liguria, e il Capitano di Vascello Massimo Seno, Comandante della Capitaneria di porto di La Spezia.

La sottoscrizione da parte dei comuni liguri della Carta di Partenariato, che rientra nel più ampio programma di sensibilizzazione per la tutela ambientale condotto dal Reparto Ambientale Marino della Guardia Costiera, porta così a 94 - sui 111 possibili - i Comuni Costieri italiani che hanno aderito all'accordo strategico.


05/02/2018 Lerici Attività

​Lo scorso venerdì, 2 febbraio, presso la Sala del Consiglio del Comune di Lerici, alla presenza del Capo Reparto Ambientale Marino (RAM) della Guardia Costiera, Contrammiraglio Aurelio Caligiore, è stata sottoscritta la Carta di Partenariato - relativa all'Accordo Pelagos per il Santuario dei mammiferi marini nel Mediterraneo - da parte di sei comuni liguri: Bonassola, Deiva Marina, Lerici, PortoVenere, Borghetto Santo Spirito e Albissola Marina.

L'Accordo Pelagos, in vigore dal 2002, si prefigge di promuovere azioni armonizzate tra i tre Paesi firmatari - Italia, Francia e Principato di Monaco -, per la protezione dei cetacei e dei loro habitat contro le eventuali cause di disturbo, quali inquinamento, rumore, catture o ferite accidentali.

All'incontro hanno preso parta anche il Contrammiraglio Nicola Carlone, Direttore Marittimo della Liguria, e il Capitano di Vascello Massimo Seno, Comandante della Capitaneria di porto di La Spezia.

La sottoscrizione da parte dei comuni liguri della Carta di Partenariato, che rientra nel più ampio programma di sensibilizzazione per la tutela ambientale condotto dal Reparto Ambientale Marino della Guardia Costiera, porta così a 94 - sui 111 possibili - i Comuni Costieri italiani che hanno aderito all'accordo strategico.


Attività

Immagine segnaposto

Avvicendamento al vertice del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera

Immagine segnaposto

Firmato a Bari un accordo tra la Guardia Costiera e l’Autorità di Sistema Portuale

Immagine segnaposto

Al Reparto Ambientale Marino della Guardia Costiera, un workshop sui Siti di Interesse Nazionale