Oggi, 04 marzo 2018, nell'ambito della 26a edizione dell'Eudi Show, la più importante manifestazione espositiva europea interamente dedicata al mondo della subacquea, l'Assosub, associazione organizzatrice dell'evento, ha conferito ai Nuclei Subacquei della Guardia Costiera il primo prestigioso AssoSub Award, premio assegnato "per la costante opera di salvataggio della vita umana in mare e la salvaguardia dell'ambiente marino".

Il riconoscimento, tributato alle Istituzioni distintesi nelle proprie attività di tutela e sviluppo della subacquea, è stato consegnato nella circostanza al T.V. Angelo Doria, Capo Nucleo Subacqueo di Genova, presente in rappresentanza della componente subacquea del Corpo.

Alla premiazione, è intervenuto il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino accompagnato dal Direttore Marittimo dell'Emilia Romagna,  Capitano di Vascello (CP) Pietro Ruberto.

Il Comandante Generale, nell'occasione, ha rivolto un indirizzo di saluto al mondo della subacquea, presente all'evento, sottolineando il lavoro della Nuclei sub e della Guardia Costiera a favore della collettività e a difesa del nostro mare quale bene prezioso da preservare.

I 5 Nuclei Subacquei della Guardia Costiera - dislocati rispettivamente a San Benedetto, Napoli, Messina, Genova, Cagliari - solo nel 2017, hanno compiuto oltre 750 missioni, per un complessivo di quasi 5.000 ore di attività operativa d'immersione, tra le quali si annoverano le complesse operazioni di recupero effettuate nelle acque di Lampedusa in occasione del sinistro occorso ad un locale motopesca.

La Guardia Costiera, presente alla manifestazione anche con un proprio stand, ha accolto numerosi visitatori e autorità, che hanno potuto conoscere le molteplici attività istituzionali che il Corpo svolge, anche mediante la propria componente specialistica subacquea. Questi ultimi concorrono nello svolgimento di attività che spaziano dalla difesa dell'ambiente marino, al contrasto della pesca illecita, dalla tutela dei beni archeologici sommersi, all'ispezione dei fondali per l'individuazione di scarichi abusivi, sino all'attività di ricerca e soccorso; compiti assicurati anche attraverso l'impiego di strumentazioni avanzate, come il ROV (remotely operated vehicle) ed il Side Scan Sonar, utilizzati nel caso di operazioni subacquee particolarmente complesse e delicate.

Numerosi sono stati gli eventi della "3-giorni" del Salone che hanno coinvolto il Corpo in ragione della centralità dei compiti e delle funzioni che questo assicura nel settore di riferimento: tra i citati eventi, la Tavola Rotonda sul tema della "Innovazione tecnologica nei sistemi di soccorso iperbarici: sicurezza, operatività, certezza normativa", al quale ha preso parte il Capo Ufficio relazioni esterne del Comando Generale della Guardia Costiera, il Capitano di Fregata Cosimo Nicastro, che ha sottolineato l'importanza della prevenzione in materia di sicurezza attraverso una mirata attività di informazione e dialogo con l'utenza del mare. 

 


04/03/2018 Bologna Attività

Oggi, 04 marzo 2018, nell'ambito della 26a edizione dell'Eudi Show, la più importante manifestazione espositiva europea interamente dedicata al mondo della subacquea, l'Assosub, associazione organizzatrice dell'evento, ha conferito ai Nuclei Subacquei della Guardia Costiera il primo prestigioso AssoSub Award, premio assegnato "per la costante opera di salvataggio della vita umana in mare e la salvaguardia dell'ambiente marino".

Il riconoscimento, tributato alle Istituzioni distintesi nelle proprie attività di tutela e sviluppo della subacquea, è stato consegnato nella circostanza al T.V. Angelo Doria, Capo Nucleo Subacqueo di Genova, presente in rappresentanza della componente subacquea del Corpo.

Alla premiazione, è intervenuto il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino accompagnato dal Direttore Marittimo dell'Emilia Romagna,  Capitano di Vascello (CP) Pietro Ruberto.

Il Comandante Generale, nell'occasione, ha rivolto un indirizzo di saluto al mondo della subacquea, presente all'evento, sottolineando il lavoro della Nuclei sub e della Guardia Costiera a favore della collettività e a difesa del nostro mare quale bene prezioso da preservare.

I 5 Nuclei Subacquei della Guardia Costiera - dislocati rispettivamente a San Benedetto, Napoli, Messina, Genova, Cagliari - solo nel 2017, hanno compiuto oltre 750 missioni, per un complessivo di quasi 5.000 ore di attività operativa d'immersione, tra le quali si annoverano le complesse operazioni di recupero effettuate nelle acque di Lampedusa in occasione del sinistro occorso ad un locale motopesca.

La Guardia Costiera, presente alla manifestazione anche con un proprio stand, ha accolto numerosi visitatori e autorità, che hanno potuto conoscere le molteplici attività istituzionali che il Corpo svolge, anche mediante la propria componente specialistica subacquea. Questi ultimi concorrono nello svolgimento di attività che spaziano dalla difesa dell'ambiente marino, al contrasto della pesca illecita, dalla tutela dei beni archeologici sommersi, all'ispezione dei fondali per l'individuazione di scarichi abusivi, sino all'attività di ricerca e soccorso; compiti assicurati anche attraverso l'impiego di strumentazioni avanzate, come il ROV (remotely operated vehicle) ed il Side Scan Sonar, utilizzati nel caso di operazioni subacquee particolarmente complesse e delicate.

Numerosi sono stati gli eventi della "3-giorni" del Salone che hanno coinvolto il Corpo in ragione della centralità dei compiti e delle funzioni che questo assicura nel settore di riferimento: tra i citati eventi, la Tavola Rotonda sul tema della "Innovazione tecnologica nei sistemi di soccorso iperbarici: sicurezza, operatività, certezza normativa", al quale ha preso parte il Capo Ufficio relazioni esterne del Comando Generale della Guardia Costiera, il Capitano di Fregata Cosimo Nicastro, che ha sottolineato l'importanza della prevenzione in materia di sicurezza attraverso una mirata attività di informazione e dialogo con l'utenza del mare. 

 


Attività

Immagine segnaposto

Il Sottosegretario al Ministero dell’Ambiente in visita al Comando Generale

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera per l’ambiente: Ancona, 30 novembre 2018, firmato l’accordo volontario “ANCONA BLU AGREEMENT”

Immagine segnaposto

Maritime security: la Commissione Europea ispeziona il porto di Trieste

Immagine segnaposto

La Direzione Marittima del Lazio presenta “La cittadinanza del Mare”, giornata volta alla tutela dell’ambiente marino e costiero