​"Prospettive mediterranee. Racconti di migrazioni, fotografia e vita": questo il tema dell'incontro a cui ha partecipato la Guardia Costiera, lo scorso 2 Dicembre, a Lucca, nell'ambito del Photolux Festival, la Biennale Internazionale di Fotografia di Lucca partita il 18 novembre.

Il tema scelto dall'organizzazione come filo conduttore dell'evento e del Festival è stato  proprio il "Mediterraneo", raccontato attraverso le immagini e le esperienze di quanti operano in uno scenario così complesso.

Fotografi, giornalisti, scrittori ed Istituzioni, insieme per condividere esperienze nel Mediterraneo, visto attraverso il proprio sguardo; tra gli interlocutori istituzionali, la Guardia Costiera, con un video che racconta - nella sua interezza e complessità - l'attività operativa condotta a bordo delle proprie unità navali, dalle fasi iniziali del salvataggio, a quelle successive di primo screening sanitario, identificazione e assistenza, la cui proiezione ha ricevuto il lungo applauso della platea presente all'evento.

Al dibattito, organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca,  hanno partecipato tra gli altri, come relatori, il delegato per il Sud Europa dell'Alto Commissariato per i Rifugiati (UNHCR), Stephane Jaquemet, il Capo Ufficio Relazione Esterne del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Capitano di Fregata Cosimo Nicastro, il Presidente dell'Associazione Carta di Roma, Giovanni Maria Bellu, e il giornalista di Rai News 24, Vittorio Di Trapani. All'evento hanno preso parte anche il Presidente della Fondazione, Marcello Bertocchini, e il Sindaco della città di Lucca, Alessandro Tambellini. 



04/12/2017 Lucca Attività Eventi

​"Prospettive mediterranee. Racconti di migrazioni, fotografia e vita": questo il tema dell'incontro a cui ha partecipato la Guardia Costiera, lo scorso 2 Dicembre, a Lucca, nell'ambito del Photolux Festival, la Biennale Internazionale di Fotografia di Lucca partita il 18 novembre.

Il tema scelto dall'organizzazione come filo conduttore dell'evento e del Festival è stato  proprio il "Mediterraneo", raccontato attraverso le immagini e le esperienze di quanti operano in uno scenario così complesso.

Fotografi, giornalisti, scrittori ed Istituzioni, insieme per condividere esperienze nel Mediterraneo, visto attraverso il proprio sguardo; tra gli interlocutori istituzionali, la Guardia Costiera, con un video che racconta - nella sua interezza e complessità - l'attività operativa condotta a bordo delle proprie unità navali, dalle fasi iniziali del salvataggio, a quelle successive di primo screening sanitario, identificazione e assistenza, la cui proiezione ha ricevuto il lungo applauso della platea presente all'evento.

Al dibattito, organizzato dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca,  hanno partecipato tra gli altri, come relatori, il delegato per il Sud Europa dell'Alto Commissariato per i Rifugiati (UNHCR), Stephane Jaquemet, il Capo Ufficio Relazione Esterne del Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Capitano di Fregata Cosimo Nicastro, il Presidente dell'Associazione Carta di Roma, Giovanni Maria Bellu, e il giornalista di Rai News 24, Vittorio Di Trapani. All'evento hanno preso parte anche il Presidente della Fondazione, Marcello Bertocchini, e il Sindaco della città di Lucca, Alessandro Tambellini. 



Eventi

Immagine segnaposto

“Filmare il mare”: al Comando Generale, il secondo corso di formazione professionale per giornalisti

Immagine segnaposto

14^ riunione del Mediterranean Expert Working Group

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera partecipa alla UfM Stakeholder Conference on Blue Economy