​Lo scorso 5 giugno si è svolto a Genova, presso la Stazione Marittima di Ponte dei Mille, il 2° Forum "Navi passeggeri, porti e ambiente -  la svolta verde dello shipping: investimenti ed opportunità".

Di fronte a una numerosa platea di addetti ai lavori si sono succeduti interventi di esperti e tecnici del settore dello shipping, tra cui rappresentanti di alcune tra le principali Compagnie crocieristiche mondiali (MSC, Costa Crociere e Royal Carybbean) e una delegazione del Registro Italiano Navale.

Il forum ha rappresentato l'occasione, per le società armatoriali, di illustrare alcuni progetti relativi all'ottimizzazione dell'efficienza energetica, alla gestione virtuosa dei rifiuti di bordo e alla riduzione dell'inquinamento idrico.

Se da una parte, secondo i relatori, la problematica relativa all'inquinamento idrico è considerata sotto controllo, dall'altra, il monitoraggio e la riduzione delle emissioni in atmosfera costituisce il principale obiettivo delle future politiche ambientali delle maggiori compagnie crocieristiche. Nello specifico, l'installazione di particolari "abbattitori" degli inquinanti contenuti nei gas di scarico delle navi (c.d. "scrubber"), l'utilizzo continuativo di combustibili diesel con una percentuale di zolfo non superiore allo 0,10% in massa - come avviene già nelle aree SECA (Sulphur Emission Control Area) - e l'utilizzo di combustibili alternativi, quale l'LNG (gas liquefatto naturale) - per i quali sono comunque necessari investimenti infrastrutturali specifici nei porti nazionali (per consentire lo stoccaggio ed il rifornimento) - rappresentano quegli accorgimenti tecnici necessari per diminuire considerevolmente l'emissione di sostanze nocive in atmosfera da parte delle navi.

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche ha invece colto l'occasione per ricordare che, nel prossimo mese di settembre, entrerà in vigore, a livello internazionale, la "Ballast Water Convention" (la convenzione sulle acque di sentina); alcuni studi condotti recentemente farebbero già intravedere la necessità di un adeguamento infrastrutturale per consentire il conferimento delle acque di zavorra.

Nel corso dell'ultima tavola rotonda sono invece intervenuti i Presidenti delle neo-istituite Autorità di Sistema Portuale di Genova, Venezia e Civitavecchia, l'assessore Edoardo Rixi della Regione Liguria, il sindaco di Livorno e il Comandante Regionale della Guardia Costiera della Liguria e Comandante del Porto di Genova, Ammiraglio Ispettore Giovanni Pettorino.

Tutti i protagonisti hanno sottolineato la necessità di favorire la sinergia tra i porti e le città, soprattutto in quelle realtà in cui gli ambiti portuali si sono sviluppati nelle immediate adiacenze del tessuto urbano.

L'Ammiraglio Pettorino, nel corso del suo intervento, ha evidenziato l'importanza delle funzioni attribuite al Corpo delle Capitanerie di Porto, tra cui quelle in materia di trasporto marittimo, con particolare riferimento al controllo delle normative vigenti in materia di tutela ambientale.


12/06/2017 Genova Attività Eventi

​Lo scorso 5 giugno si è svolto a Genova, presso la Stazione Marittima di Ponte dei Mille, il 2° Forum "Navi passeggeri, porti e ambiente -  la svolta verde dello shipping: investimenti ed opportunità".

Di fronte a una numerosa platea di addetti ai lavori si sono succeduti interventi di esperti e tecnici del settore dello shipping, tra cui rappresentanti di alcune tra le principali Compagnie crocieristiche mondiali (MSC, Costa Crociere e Royal Carybbean) e una delegazione del Registro Italiano Navale.

Il forum ha rappresentato l'occasione, per le società armatoriali, di illustrare alcuni progetti relativi all'ottimizzazione dell'efficienza energetica, alla gestione virtuosa dei rifiuti di bordo e alla riduzione dell'inquinamento idrico.

Se da una parte, secondo i relatori, la problematica relativa all'inquinamento idrico è considerata sotto controllo, dall'altra, il monitoraggio e la riduzione delle emissioni in atmosfera costituisce il principale obiettivo delle future politiche ambientali delle maggiori compagnie crocieristiche. Nello specifico, l'installazione di particolari "abbattitori" degli inquinanti contenuti nei gas di scarico delle navi (c.d. "scrubber"), l'utilizzo continuativo di combustibili diesel con una percentuale di zolfo non superiore allo 0,10% in massa - come avviene già nelle aree SECA (Sulphur Emission Control Area) - e l'utilizzo di combustibili alternativi, quale l'LNG (gas liquefatto naturale) - per i quali sono comunque necessari investimenti infrastrutturali specifici nei porti nazionali (per consentire lo stoccaggio ed il rifornimento) - rappresentano quegli accorgimenti tecnici necessari per diminuire considerevolmente l'emissione di sostanze nocive in atmosfera da parte delle navi.

Il Consiglio Nazionale delle Ricerche ha invece colto l'occasione per ricordare che, nel prossimo mese di settembre, entrerà in vigore, a livello internazionale, la "Ballast Water Convention" (la convenzione sulle acque di sentina); alcuni studi condotti recentemente farebbero già intravedere la necessità di un adeguamento infrastrutturale per consentire il conferimento delle acque di zavorra.

Nel corso dell'ultima tavola rotonda sono invece intervenuti i Presidenti delle neo-istituite Autorità di Sistema Portuale di Genova, Venezia e Civitavecchia, l'assessore Edoardo Rixi della Regione Liguria, il sindaco di Livorno e il Comandante Regionale della Guardia Costiera della Liguria e Comandante del Porto di Genova, Ammiraglio Ispettore Giovanni Pettorino.

Tutti i protagonisti hanno sottolineato la necessità di favorire la sinergia tra i porti e le città, soprattutto in quelle realtà in cui gli ambiti portuali si sono sviluppati nelle immediate adiacenze del tessuto urbano.

L'Ammiraglio Pettorino, nel corso del suo intervento, ha evidenziato l'importanza delle funzioni attribuite al Corpo delle Capitanerie di Porto, tra cui quelle in materia di trasporto marittimo, con particolare riferimento al controllo delle normative vigenti in materia di tutela ambientale.


Eventi

Immagine segnaposto

Atene: il Comandante Generale incontra la Guardia Costiera greca

Immagine segnaposto

Bocche di Bonifacio: incontro tecnico al Comando Generale

Immagine segnaposto

Il Prefetto Bontempi in visita al Comando Generale

Immagine segnaposto

Delegazione del Ministero dell’Ambiente in visita al Comando Generale

Genova

Immagine segnaposto

Genova: firmato un protocollo di intesa tra il Cisom e l’Accademia della Marina Mercantile per la formazione degli allievi

Immagine segnaposto

Terminata presso la Direzione Marittima di Genova la prima fase del corso di abilitazione amministrativo contabile “Amm/CP”

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera al Salone Nautico di Genova

Immagine segnaposto

Genova: il Comandante Generale interviene al convegno degli ormeggiatori europei