​Nel mese di agosto, presso la sede della Direzione Marittima di Trieste, è stato sottoscritto, dal Direttore Marittimo del Friuli Venezia Giulia, Capitano di Vascello Luca Sancilio, e dal Presidente dell'A.N.C.I. Friuli Venezia Giulia, Mario Pezzetta, l'accordo quadro di collaborazione tra la Direzione Marittima di Trieste e l'Associazione Nazionale Comuni Italiani – Sezione del Friuli Venezia Giulia.

La convenzione avrà la funzione di favorire la collaborazione, in tutti i settori connessi alla tutela degli interessi turistico-ricreativi del mare - oramai rientranti, a seguito di decentramento amministrativo, tra le attribuzioni delle amministrazioni locali -, tra la Guardia Costiera della regione Friuli V.G. e i Comuni costieri.

L'accordo quadro di collaborazione rappresenta l'attuazione, a livello regionale, di un più ampio protocollo d'intesa sottoscritto nell'ottobre del 2016, alla presenza del ministro Delrio, tra l'Associazione Nazionale Comuni Italiani ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, con l'obiettivo di attivare ogni forma di collaborazione nelle materie di comune interesse collegate agli usi civili e produttivi del mare e dei porti.

In particolare il protocollo prevede la possibilità di collaborazione nella vigilanza a terra e in mare, la possibilità di svolgere attività di formazione per il personale nelle materie di rispettiva competenza e, infine, la massima cooperazione nello scambio di informazioni provenienti dai singoli database delle diverse amministrazioni.


11/09/2017 Trieste Attività Eventi

​Nel mese di agosto, presso la sede della Direzione Marittima di Trieste, è stato sottoscritto, dal Direttore Marittimo del Friuli Venezia Giulia, Capitano di Vascello Luca Sancilio, e dal Presidente dell'A.N.C.I. Friuli Venezia Giulia, Mario Pezzetta, l'accordo quadro di collaborazione tra la Direzione Marittima di Trieste e l'Associazione Nazionale Comuni Italiani – Sezione del Friuli Venezia Giulia.

La convenzione avrà la funzione di favorire la collaborazione, in tutti i settori connessi alla tutela degli interessi turistico-ricreativi del mare - oramai rientranti, a seguito di decentramento amministrativo, tra le attribuzioni delle amministrazioni locali -, tra la Guardia Costiera della regione Friuli V.G. e i Comuni costieri.

L'accordo quadro di collaborazione rappresenta l'attuazione, a livello regionale, di un più ampio protocollo d'intesa sottoscritto nell'ottobre del 2016, alla presenza del ministro Delrio, tra l'Associazione Nazionale Comuni Italiani ed il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto, con l'obiettivo di attivare ogni forma di collaborazione nelle materie di comune interesse collegate agli usi civili e produttivi del mare e dei porti.

In particolare il protocollo prevede la possibilità di collaborazione nella vigilanza a terra e in mare, la possibilità di svolgere attività di formazione per il personale nelle materie di rispettiva competenza e, infine, la massima cooperazione nello scambio di informazioni provenienti dai singoli database delle diverse amministrazioni.


Eventi

Immagine segnaposto

Delegazione della Guardia Costiera si reca a Tunisi per il progetto di creazione di un Centro Operativo per la ricerca e il soccorso marittimo in Libia

Immagine segnaposto

Una delegazione della Marina Militare albanese visita il Comando Generale

Immagine segnaposto

Una delegazione del Regno Unito visita il Comando Generale

Immagine segnaposto

Genova: il Comandante Generale interviene al convegno degli ormeggiatori europei

Trieste

Immagine segnaposto

Convegno a Trieste per i 50 anni dell’Oleodotto TAL: l’impegno delle Capitanerie di porto per la sicurezza marittima e ambientale

Immagine segnaposto

La Guardia Costiera alla Barcolana di Trieste

Immagine segnaposto

L’Ammiraglio Melone in visita a Trieste