​Si è svolto ieri, 7 novembre, presso la Sala della Associazione della Stampa Estera a Roma, un convegno dal titolo "Quale approccio al problema delle migrazioni?", organizzato dal Circolo di Studi Diplomatici, un'associazione fondata nel 1968 con lo scopo di non disperdere il patrimonio costituito dalle esperienze e dalle competenze dei vertici della carriera diplomatica italiana anche dopo la loro cessazione dal servizio attivo.

Il seminario, aperto dal Senatore Pierferdinando Casini, già presidente della 3ª Commissione permanente del Senato "Affari esteri, emigrazione", ha visto tra i propri relatori il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo Melone che, nel panel "L'Italia e L'Unione Europea di fronte al fenomeno migratorio", ha illustrato l'attività di ricerca e soccorso condotta dalla Guardia Costiera italiana in mediterraneo, con specifici riferimenti agli aspetti operativi ad essa connessi e alle normative internazionali che disciplinano la materia del SAR (Search and Rescue).

Il Senatore Casini, nel corso del proprio intervento di fronte alla platea internazionale, ha espresso parole di apprezzamento per la Guardia Costiera, meritevole del plauso del Paese per l'attività condotta nel Mediterraneo.

08/11/2017 Roma Eventi

​Si è svolto ieri, 7 novembre, presso la Sala della Associazione della Stampa Estera a Roma, un convegno dal titolo "Quale approccio al problema delle migrazioni?", organizzato dal Circolo di Studi Diplomatici, un'associazione fondata nel 1968 con lo scopo di non disperdere il patrimonio costituito dalle esperienze e dalle competenze dei vertici della carriera diplomatica italiana anche dopo la loro cessazione dal servizio attivo.

Il seminario, aperto dal Senatore Pierferdinando Casini, già presidente della 3ª Commissione permanente del Senato "Affari esteri, emigrazione", ha visto tra i propri relatori il Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo Melone che, nel panel "L'Italia e L'Unione Europea di fronte al fenomeno migratorio", ha illustrato l'attività di ricerca e soccorso condotta dalla Guardia Costiera italiana in mediterraneo, con specifici riferimenti agli aspetti operativi ad essa connessi e alle normative internazionali che disciplinano la materia del SAR (Search and Rescue).

Il Senatore Casini, nel corso del proprio intervento di fronte alla platea internazionale, ha espresso parole di apprezzamento per la Guardia Costiera, meritevole del plauso del Paese per l'attività condotta nel Mediterraneo.

Eventi

Immagine segnaposto

“La Guardia Costiera, un Corpo al servizio del mare”: al Comando Generale un corso di formazione per giornalisti

Immagine segnaposto

La Capitaneria di porto di Napoli e l’I.T.I. Fermi Gadda per lo sviluppo del laboratorio sperimentale dronico

Immagine segnaposto

Piano di cooperazione bilaterale Italia – Egitto: la Guardia Costiera italiana in Egitto per un “Expert Meeting on SAR and Coast Guard field”

Immagine segnaposto

Atene: il Comandante Generale incontra la Guardia Costiera greca

Roma

Immagine segnaposto

“La Guardia Costiera, un Corpo al servizio del mare”: al Comando Generale un corso di formazione per giornalisti

Immagine segnaposto

comunicato stampa 22 novembre 2017

Immagine segnaposto

L’Italia ai primi posti per sicurezza della navigazione e qualità della flotta mercantile

Immagine segnaposto

Bocche di Bonifacio: incontro tecnico al Comando Generale