Si è tenuta oggi, giovedì 25 gennaio, la cerimonia di passaggio di consegne alla Direzione Marittima della Liguria e Capitaneria di porto di Genova. Dopo due anni di comando, l'Ammiraglio Ispettore Giovanni Pettorino, destinato ad assumere l'incarico di Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, ha passato il testimone al Contrammiraglio Nicola Carlone, proveniente dal Comando Generale, dove ha ricoperto l'incarico di Capo 3° Reparto – Piani e Operazioni.

La solenne cerimonia, alla quale hanno partecipato anche i rappresentanti della politica regionale, in particolare il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, ha visto la partecipazione del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo Melone.

Presenti, inoltre, i maggiori rappresentanti delle istituzioni locali, le autorità religiose, civili e militari, i sindaci dei Comuni costieri, le associazioni combattentistiche, tutto il cluster marittimo e portuale, nonché il decano della Guardia Costiera, Ammiraglio Luigi Romani, Comandante Generale dal 1982 al 1986.

L'Ammiraglio Pettorino, nel suo discorso di commiato, ha voluto evidenziare l'importanza della collaborazione tra Autorità marittima ed istituzioni, in una realtà portuale complessa e impegnativa come quella ligure, con i suoi "22 km di banchine, 6 milioni di metri-quadri di aree a terra e 14.500.00 mq di spazi a mare, che danno lavoro – tra diretto, indiretto e indotto – a oltre 50.000 persone e muovono un volano economico di oltre 10 miliardi di euro l'anno. Queste poche cifre danno, da sole, la misura di quale grande responsabilità ricada sui ruoli di vertice e come sia impossibile immaginare una disciplina indipendente e separata degli spazi a mare da quella a terra". Una realtà portuale che, peraltro, si innesta in una Regione di altissimo pregio paesaggistico e naturalistico, nelle cui acque la Guardia Costiera ha soccorso e salvato 916 persone e 333 unità navali.

Nell'intervento di insediamento l'Ammiraglio Carlone, nuovo Direttore marittimo della Liguria e Comandante del porto di Genova, ha voluto ringraziare il Comandante Generale per la fiducia accordatagli e salutare il personale della Direzione Marittima ligure: "Al mio nuovo equipaggio chiedo di essere sempre orgogliosi di servire il primo porto del Mediterraneo, di servire una Regione che vive nel mare, di far parte di un organismo sempre più virtuoso com'è la Guardia Costiera".

Al termine della cerimonia, durante la quale è stato eseguito l'inno della Guardia Costiera "Angeli del mare", nel suo intervento, il Comandante Generale ha rivolto parole di ringraziamento a tutto il personale della Direzione Marittima per l'importante servizio svolto quotidianamente a favore della collettività. Commosso il ricordo, da parte di tutti gli intervenuti alla cerimonia, a favore dei militari del Corpo caduti in servizio.


25/01/2018 Genova Attività Eventi

Si è tenuta oggi, giovedì 25 gennaio, la cerimonia di passaggio di consegne alla Direzione Marittima della Liguria e Capitaneria di porto di Genova. Dopo due anni di comando, l'Ammiraglio Ispettore Giovanni Pettorino, destinato ad assumere l'incarico di Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, ha passato il testimone al Contrammiraglio Nicola Carlone, proveniente dal Comando Generale, dove ha ricoperto l'incarico di Capo 3° Reparto – Piani e Operazioni.

La solenne cerimonia, alla quale hanno partecipato anche i rappresentanti della politica regionale, in particolare il Presidente della Regione Liguria Giovanni Toti, ha visto la partecipazione del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo Melone.

Presenti, inoltre, i maggiori rappresentanti delle istituzioni locali, le autorità religiose, civili e militari, i sindaci dei Comuni costieri, le associazioni combattentistiche, tutto il cluster marittimo e portuale, nonché il decano della Guardia Costiera, Ammiraglio Luigi Romani, Comandante Generale dal 1982 al 1986.

L'Ammiraglio Pettorino, nel suo discorso di commiato, ha voluto evidenziare l'importanza della collaborazione tra Autorità marittima ed istituzioni, in una realtà portuale complessa e impegnativa come quella ligure, con i suoi "22 km di banchine, 6 milioni di metri-quadri di aree a terra e 14.500.00 mq di spazi a mare, che danno lavoro – tra diretto, indiretto e indotto – a oltre 50.000 persone e muovono un volano economico di oltre 10 miliardi di euro l'anno. Queste poche cifre danno, da sole, la misura di quale grande responsabilità ricada sui ruoli di vertice e come sia impossibile immaginare una disciplina indipendente e separata degli spazi a mare da quella a terra". Una realtà portuale che, peraltro, si innesta in una Regione di altissimo pregio paesaggistico e naturalistico, nelle cui acque la Guardia Costiera ha soccorso e salvato 916 persone e 333 unità navali.

Nell'intervento di insediamento l'Ammiraglio Carlone, nuovo Direttore marittimo della Liguria e Comandante del porto di Genova, ha voluto ringraziare il Comandante Generale per la fiducia accordatagli e salutare il personale della Direzione Marittima ligure: "Al mio nuovo equipaggio chiedo di essere sempre orgogliosi di servire il primo porto del Mediterraneo, di servire una Regione che vive nel mare, di far parte di un organismo sempre più virtuoso com'è la Guardia Costiera".

Al termine della cerimonia, durante la quale è stato eseguito l'inno della Guardia Costiera "Angeli del mare", nel suo intervento, il Comandante Generale ha rivolto parole di ringraziamento a tutto il personale della Direzione Marittima per l'importante servizio svolto quotidianamente a favore della collettività. Commosso il ricordo, da parte di tutti gli intervenuti alla cerimonia, a favore dei militari del Corpo caduti in servizio.


Eventi

Immagine segnaposto

Guardia Costiera di Barletta e Marevivo insieme per pulizia dei fondali nel porto di Trani

Immagine segnaposto

Corso di formazione per giornalisti: la Guardia Costiera ospite della FNSI

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale incontra il Segretario Generale dell'I.M.O. e l'Ambasciatore Italiano a Londra

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita alla Direzione Marittima di Olbia

Genova

Immagine segnaposto

A Genova la Guardia Costiera partecipa al primo “Blue Economy Summit”

Immagine segnaposto

Gli scienziati del CERN di Ginevra si riuniscono a Genova, presso la Direzione Marittima della Liguria

Immagine segnaposto

Visita alla Direzione Marittima della Liguria del Direttore generale Dr. Mauro Coletta