​Lo scorso venerdì 10 novembre, presso il Palazzo del Consiglio dei Dodici a Pisa, sono stati conferiti importanti riconoscimenti alla Guardia Costiera nell'ambito della 35a edizione della manifestazione "Una Vita dedicata al Mare" - evento a cadenza annuale organizzato dall'Istituzione dei Cavalieri di S. Stefano e dall'Accademia di Marina dei Cavalieri di S. Stefano.

Il riconoscimento più prestigioso, denominato "Una Vita dedicata al Mare", in passato riconosciuto ad illustri personaggi quali l'Ammiraglio Durand de La Penne e l'Ammiraglio Agostino Straulino, è stato quest'anno attribuito - alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo Melone, accompagnato dal Direttore marittimo della Toscana, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia - all'Ammiraglio Luigi Romani, che è stato il Comandante Generale della Guardia Costiera dal 1982 al 1986, per "il complesso di attività svolte con grande impegno e dedizione nel corso della sua lunga carriera. Una passione per il mare che ha associato ad una notevole produzione letteraria e culturale di eccellente livello in molteplici settori, quali musica, letteratura, storia navale ed arte".

L'Accademia dei Cavalieri di Santo Stefano - premurosa di promuovere e coordinare gli studi sulla storia mediterranea - ha voluto conferire all'Ammiraglio Melone il prestigioso titolo di Accademico Onorario, conferendo una pergamena e il distintivo dell'accademia.

Durante la manifestazione, al personale del 2° Centro Controllo di Area Pesca della Direzione marittima della Toscana, invece, è stato attribuito un riconoscimento per la professionalità dimostrata nell'attività di contrasto agli illeciti nel settore pesca marittima, sia in mare, sia sul territorio, assicurando – recita la motivazione dello stesso premio - "il perseguimento degli obiettivi di tutela delle risorse dell'ecosistema marino e dell'ambiente in generale, propri della Guardia Costiera, a beneficio dell'intera collettività".


13/11/2017 Pisa Eventi

​Lo scorso venerdì 10 novembre, presso il Palazzo del Consiglio dei Dodici a Pisa, sono stati conferiti importanti riconoscimenti alla Guardia Costiera nell'ambito della 35a edizione della manifestazione "Una Vita dedicata al Mare" - evento a cadenza annuale organizzato dall'Istituzione dei Cavalieri di S. Stefano e dall'Accademia di Marina dei Cavalieri di S. Stefano.

Il riconoscimento più prestigioso, denominato "Una Vita dedicata al Mare", in passato riconosciuto ad illustri personaggi quali l'Ammiraglio Durand de La Penne e l'Ammiraglio Agostino Straulino, è stato quest'anno attribuito - alla presenza del Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Vincenzo Melone, accompagnato dal Direttore marittimo della Toscana, Contrammiraglio Giuseppe Tarzia - all'Ammiraglio Luigi Romani, che è stato il Comandante Generale della Guardia Costiera dal 1982 al 1986, per "il complesso di attività svolte con grande impegno e dedizione nel corso della sua lunga carriera. Una passione per il mare che ha associato ad una notevole produzione letteraria e culturale di eccellente livello in molteplici settori, quali musica, letteratura, storia navale ed arte".

L'Accademia dei Cavalieri di Santo Stefano - premurosa di promuovere e coordinare gli studi sulla storia mediterranea - ha voluto conferire all'Ammiraglio Melone il prestigioso titolo di Accademico Onorario, conferendo una pergamena e il distintivo dell'accademia.

Durante la manifestazione, al personale del 2° Centro Controllo di Area Pesca della Direzione marittima della Toscana, invece, è stato attribuito un riconoscimento per la professionalità dimostrata nell'attività di contrasto agli illeciti nel settore pesca marittima, sia in mare, sia sul territorio, assicurando – recita la motivazione dello stesso premio - "il perseguimento degli obiettivi di tutela delle risorse dell'ecosistema marino e dell'ambiente in generale, propri della Guardia Costiera, a beneficio dell'intera collettività".


Eventi

Immagine segnaposto

“La Guardia Costiera, un Corpo al servizio del mare”: al Comando Generale un corso di formazione per giornalisti

Immagine segnaposto

La Capitaneria di porto di Napoli e l’I.T.I. Fermi Gadda per lo sviluppo del laboratorio sperimentale dronico

Immagine segnaposto

Piano di cooperazione bilaterale Italia – Egitto: la Guardia Costiera italiana in Egitto per un “Expert Meeting on SAR and Coast Guard field”

Immagine segnaposto

Atene: il Comandante Generale incontra la Guardia Costiera greca

Pisa

Immagine segnaposto

L'Associazione Nazionale dei Vigili del Fuoco Volontari premia la Guardia Costiera