​​​​​​​​​​Inquinare il mare è un atto irresponsabile. Lo capisce anche un bambino. Basta dargli il buon esempio e il gioco è fatto. L’ambiente ha bisogno di cura, di protezione e qualche volta della giusta severità. Gli uomini e le donne della Guardia Costiera lavorano in silenzio, senza clamore. Li scopriamo improvvisamente nelle emergenze. Li vediamo in televisione. Poi tornano a lavorare “sotto la linea di galleggiamento”: prevengono, soccorrono, fanno rispettare le regole, tutelano senza sosta l’ambiente marino.

Guardia Costiera: i nostri angeli del mare.​​

Guardia Costiera: il futuro del mare non è un gioco da bambini