​Lo scorso venerdì, 26 ottobre, ha fatto visita al Comando Generale il Comandante in Capo per il Mediterraneo della Marina Militare Francese e delle Forze Armate Francesi e Prefetto Marittimo per il Mediterraneo, Ammiraglio di Squadra Charles Henri de la Faverie du Ché. Tale visita assume particolare rilievo considerato anche il fatto che avviene dopo la conclusione delle operazioni di contenimento e bonifica dell'inquinamento a seguito della collisione, avvenuta al largo della Corsica, tra la nave Ro-Ro "Ulysse" e la porta container "Virginia".

L'ospite è stato accolto dal Capo del 1° Reparto - Personale, Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, che ha presieduto un briefing durante il quale, al Prefetto Marittimo per il Mediterraneo, è stata illustrata l'organizzazione della Guardia Costiera italiana e i relativi compiti istituzionali attribuiti al Corpo.

L'incontro è poi proseguito con la visita in Centrale Operativa da parte dell'Ammiraglio Charles Henri de la Faverie du Ché, dove quest'ultimo ha potuto apprezzare i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le relative tecnologie delle quali il Corpo si avvale per le diverse attività di competenza.

A conclusione della visita, il Prefetto Marittimo per il Mediterraneo ha ringraziato la Guardia Costiera italiana per l'importante contributo fornito nella recente emergenza ambientale di carattere internazionale,  complimentandosi con il Corpo ed esprimendo la volontà di approfondire la conoscenza della sua organizzazione.


29/10/2018 Roma Eventi

​Lo scorso venerdì, 26 ottobre, ha fatto visita al Comando Generale il Comandante in Capo per il Mediterraneo della Marina Militare Francese e delle Forze Armate Francesi e Prefetto Marittimo per il Mediterraneo, Ammiraglio di Squadra Charles Henri de la Faverie du Ché. Tale visita assume particolare rilievo considerato anche il fatto che avviene dopo la conclusione delle operazioni di contenimento e bonifica dell'inquinamento a seguito della collisione, avvenuta al largo della Corsica, tra la nave Ro-Ro "Ulysse" e la porta container "Virginia".

L'ospite è stato accolto dal Capo del 1° Reparto - Personale, Ammiraglio Ispettore Nunzio Martello, che ha presieduto un briefing durante il quale, al Prefetto Marittimo per il Mediterraneo, è stata illustrata l'organizzazione della Guardia Costiera italiana e i relativi compiti istituzionali attribuiti al Corpo.

L'incontro è poi proseguito con la visita in Centrale Operativa da parte dell'Ammiraglio Charles Henri de la Faverie du Ché, dove quest'ultimo ha potuto apprezzare i sistemi di controllo e monitoraggio del traffico marittimo e le relative tecnologie delle quali il Corpo si avvale per le diverse attività di competenza.

A conclusione della visita, il Prefetto Marittimo per il Mediterraneo ha ringraziato la Guardia Costiera italiana per l'importante contributo fornito nella recente emergenza ambientale di carattere internazionale,  complimentandosi con il Corpo ed esprimendo la volontà di approfondire la conoscenza della sua organizzazione.


Eventi

Immagine segnaposto

Visita del Comandante Generale all’Ufficio Circondariale Marittimo di Maratea

Immagine segnaposto

Ammiraglio Luigi Romani cittadino onorario del Comune di Lerici

Immagine segnaposto

Workshop sulle aree marine protette: confronto tra Enti gestori e Autorità marittime per l’ottimizzazione dell’attività di sorveglianza

Immagine segnaposto

11 aprile “Giornata del mare e della cultura marinara”

Roma

Immagine segnaposto

Al Comando Generale il meeting annuale con l’armamento nazionale

Immagine segnaposto

2° Workshop del Forum Europeo delle Funzioni di Guardia Costiera “Maritime Security in the framework of Coast Guard Functions (Sicurezza Marittima nell’ambito delle funzioni di Guardia Costiera)”

Immagine segnaposto

Primo incontro sul tema: policy di sviluppo della componente ambientale del Corpo

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 2 aprile 2019