Si è tenuta lo scorso 2 febbraio a Barcellona, presso la sede dell'Unione per il Mediterraneo, la Conferenza sullo sviluppo sostenibile della blue economy nel Mediterraneo Occidentale.

L'evento, organizzato dalla Commissione Europea, ha richiamato la partecipazione di numerose organizzazioni ed enti, pubblici e privati, coinvolti nei vari settori collegati all'economia marittima. L'obiettivo principale è stato quello di discutere possibili aree di comune interesse per la definizione di una "Iniziativa Marittima per il Mediterraneo Occidentale".

La Guardia Costiera Italiana ha partecipato ai lavori della Conferenza nell'ambito di una più ampia delegazione guidata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

In particolare, nel panel dedicato alle funzioni di Guardia Costiera, il Contrammiraglio (CP) Piero PELLIZZARI, Capo del VII Reparto del Comando Generale, ha illustrato la proficua collaborazione tra le Guardie Costiere del Mediterraneo nell'ambito del Mediterranean Coast Guard Functions Forum.

L'Ammiraglio Pellizzari, inoltre, ha presentato il contributo della Guardia Costiera Italiana alle attività di capacity building e di collaborazione in essere sia nel campo dello scambio dei dati sul traffico marittimo, attraverso la piattaforma Regionale per lo scambio dei dati AIS (MAREΣ), sia nel campo della formazione ed addestramento del personale di guardia costiera.

L'intervento dell'Ammiraglio Pellizzari ha offerto interessanti spunti per la discussione, dalla quale è emerso il crescente impegno delle Guardie Costiere del Mediterraneo Occidentale a contribuire concretamente alla tutela degli usi civili del mare ed allo sviluppo sostenibile della blue economy.

08/02/2017 Barcellona Eventi

Si è tenuta lo scorso 2 febbraio a Barcellona, presso la sede dell'Unione per il Mediterraneo, la Conferenza sullo sviluppo sostenibile della blue economy nel Mediterraneo Occidentale.

L'evento, organizzato dalla Commissione Europea, ha richiamato la partecipazione di numerose organizzazioni ed enti, pubblici e privati, coinvolti nei vari settori collegati all'economia marittima. L'obiettivo principale è stato quello di discutere possibili aree di comune interesse per la definizione di una "Iniziativa Marittima per il Mediterraneo Occidentale".

La Guardia Costiera Italiana ha partecipato ai lavori della Conferenza nell'ambito di una più ampia delegazione guidata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

In particolare, nel panel dedicato alle funzioni di Guardia Costiera, il Contrammiraglio (CP) Piero PELLIZZARI, Capo del VII Reparto del Comando Generale, ha illustrato la proficua collaborazione tra le Guardie Costiere del Mediterraneo nell'ambito del Mediterranean Coast Guard Functions Forum.

L'Ammiraglio Pellizzari, inoltre, ha presentato il contributo della Guardia Costiera Italiana alle attività di capacity building e di collaborazione in essere sia nel campo dello scambio dei dati sul traffico marittimo, attraverso la piattaforma Regionale per lo scambio dei dati AIS (MAREΣ), sia nel campo della formazione ed addestramento del personale di guardia costiera.

L'intervento dell'Ammiraglio Pellizzari ha offerto interessanti spunti per la discussione, dalla quale è emerso il crescente impegno delle Guardie Costiere del Mediterraneo Occidentale a contribuire concretamente alla tutela degli usi civili del mare ed allo sviluppo sostenibile della blue economy.

Eventi

Immagine segnaposto

Atene: il Comandante Generale incontra la Guardia Costiera greca

Immagine segnaposto

L’Ammiraglio Carlone eletto Vice Chairman dell’Administrative Board dell’EMSA

Immagine segnaposto

Genova: firmato un protocollo di intesa tra il Cisom e l’Accademia della Marina Mercantile per la formazione degli allievi

Immagine segnaposto

L’Italia ai primi posti per sicurezza della navigazione e qualità della flotta mercantile

Barcellona

Immagine segnaposto

Spagna: la Casa degli italiani di Barcellona apre le porte a una mostra del Corpo