​Oggi, martedì 30 ottobre, presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, è stato firmato un accordo di collaborazione tra il Corpo e Fiaba Onlus, organizzazione che ha come obiettivo quello di promuovere l'eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali, psicologiche e sensoriali per la diffusione della cultura delle pari opportunità a favore di un ambiente ad accessibilità e fruibilità totale.

Il documento - che segue gli accordi già siglati presso alcune Direzioni Marittime - sottoscritto oggi dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, e dal Presidente di Fiaba, il Grande Ufficiale al merito della Repubblica Italiana Giuseppe Trieste, rafforza e rende strutturata la già esistente collaborazione tra le due realtà che si impegneranno a sostenere e promuovere l'abbattimento delle barriere anche nel contesto marittimo, attraverso il progetto denominato "SIAMO TUTTI … SULLA STESSA BARCA".

Le finalità del protocollo sono quelle di sensibilizzare e stimolare iniziative utili al perseguimento degli scopi indicati, come quella denominata "FIABADAY", una giornata nazionale - istituita dalla Presidenza del Consiglio nel 2003 - dedicata all'abbattimento delle barriere architettoniche nei porti.

Il Presidente di Fiaba, a conclusione dell'evento, ha sottolineato quanto la capillarità sul territorio, data da un'organizzazione territoriale fortemente ramificata quale la Guardia Costiera, possa dar vita - anche assieme alla collaborazione di altre istituzioni - a grandi progetti finalizzati a rendere migliore, per tutti, la qualità della vita.


30/10/2018 Roma Eventi Attività

​Oggi, martedì 30 ottobre, presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, è stato firmato un accordo di collaborazione tra il Corpo e Fiaba Onlus, organizzazione che ha come obiettivo quello di promuovere l'eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali, psicologiche e sensoriali per la diffusione della cultura delle pari opportunità a favore di un ambiente ad accessibilità e fruibilità totale.

Il documento - che segue gli accordi già siglati presso alcune Direzioni Marittime - sottoscritto oggi dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, e dal Presidente di Fiaba, il Grande Ufficiale al merito della Repubblica Italiana Giuseppe Trieste, rafforza e rende strutturata la già esistente collaborazione tra le due realtà che si impegneranno a sostenere e promuovere l'abbattimento delle barriere anche nel contesto marittimo, attraverso il progetto denominato "SIAMO TUTTI … SULLA STESSA BARCA".

Le finalità del protocollo sono quelle di sensibilizzare e stimolare iniziative utili al perseguimento degli scopi indicati, come quella denominata "FIABADAY", una giornata nazionale - istituita dalla Presidenza del Consiglio nel 2003 - dedicata all'abbattimento delle barriere architettoniche nei porti.

Il Presidente di Fiaba, a conclusione dell'evento, ha sottolineato quanto la capillarità sul territorio, data da un'organizzazione territoriale fortemente ramificata quale la Guardia Costiera, possa dar vita - anche assieme alla collaborazione di altre istituzioni - a grandi progetti finalizzati a rendere migliore, per tutti, la qualità della vita.


Attività

Immagine segnaposto

Il Ministro delle Infrastrutture e dei trasporti Senatore Danilo Toninelli in visita alla Direzione Marittima di Cagliari

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita a Lampedusa

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale in visita alla Capitaneria di porto di San Benedetto del Tronto e all’Ufficio Circondariale Marittimo di Porto San Giorgio

Immagine segnaposto

Il Comandante Generale visita i Comandi territoriali del Compartimento Marittimo di Ortona

Roma

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 19.01.2019

Immagine segnaposto

La Sindaca Virginia Raggi in visita al Comando Generale delle Capitanerie di porto

Immagine segnaposto

Più legalità e più qualità sulla tavola dei consumatori: l’operazione “Confine illegale” della Guardia Costiera a tutela del Made in Italy

Immagine segnaposto

Comunicato stampa 20.12.2018