​Oggi, martedì 30 ottobre, presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, è stato firmato un accordo di collaborazione tra il Corpo e Fiaba Onlus, organizzazione che ha come obiettivo quello di promuovere l'eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali, psicologiche e sensoriali per la diffusione della cultura delle pari opportunità a favore di un ambiente ad accessibilità e fruibilità totale.

Il documento - che segue gli accordi già siglati presso alcune Direzioni Marittime - sottoscritto oggi dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, e dal Presidente di Fiaba, il Grande Ufficiale al merito della Repubblica Italiana Giuseppe Trieste, rafforza e rende strutturata la già esistente collaborazione tra le due realtà che si impegneranno a sostenere e promuovere l'abbattimento delle barriere anche nel contesto marittimo, attraverso il progetto denominato "SIAMO TUTTI … SULLA STESSA BARCA".

Le finalità del protocollo sono quelle di sensibilizzare e stimolare iniziative utili al perseguimento degli scopi indicati, come quella denominata "FIABADAY", una giornata nazionale - istituita dalla Presidenza del Consiglio nel 2003 - dedicata all'abbattimento delle barriere architettoniche nei porti.

Il Presidente di Fiaba, a conclusione dell'evento, ha sottolineato quanto la capillarità sul territorio, data da un'organizzazione territoriale fortemente ramificata quale la Guardia Costiera, possa dar vita - anche assieme alla collaborazione di altre istituzioni - a grandi progetti finalizzati a rendere migliore, per tutti, la qualità della vita.


30/10/2018 Roma Eventi Attività

​Oggi, martedì 30 ottobre, presso il Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di porto - Guardia Costiera, è stato firmato un accordo di collaborazione tra il Corpo e Fiaba Onlus, organizzazione che ha come obiettivo quello di promuovere l'eliminazione di tutte le barriere fisiche, culturali, psicologiche e sensoriali per la diffusione della cultura delle pari opportunità a favore di un ambiente ad accessibilità e fruibilità totale.

Il documento - che segue gli accordi già siglati presso alcune Direzioni Marittime - sottoscritto oggi dal Comandante Generale, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, e dal Presidente di Fiaba, il Grande Ufficiale al merito della Repubblica Italiana Giuseppe Trieste, rafforza e rende strutturata la già esistente collaborazione tra le due realtà che si impegneranno a sostenere e promuovere l'abbattimento delle barriere anche nel contesto marittimo, attraverso il progetto denominato "SIAMO TUTTI … SULLA STESSA BARCA".

Le finalità del protocollo sono quelle di sensibilizzare e stimolare iniziative utili al perseguimento degli scopi indicati, come quella denominata "FIABADAY", una giornata nazionale - istituita dalla Presidenza del Consiglio nel 2003 - dedicata all'abbattimento delle barriere architettoniche nei porti.

Il Presidente di Fiaba, a conclusione dell'evento, ha sottolineato quanto la capillarità sul territorio, data da un'organizzazione territoriale fortemente ramificata quale la Guardia Costiera, possa dar vita - anche assieme alla collaborazione di altre istituzioni - a grandi progetti finalizzati a rendere migliore, per tutti, la qualità della vita.


Attività

Immagine segnaposto

Visita del Comandante Generale all’Ufficio Circondariale Marittimo di Maratea

Immagine segnaposto

Ammiraglio Luigi Romani cittadino onorario del Comune di Lerici

Immagine segnaposto

Workshop sulle aree marine protette: confronto tra Enti gestori e Autorità marittime per l’ottimizzazione dell’attività di sorveglianza

Immagine segnaposto

11 aprile “Giornata del mare e della cultura marinara”

Roma

Immagine segnaposto

Al Comando Generale il meeting annuale con l’armamento nazionale

Immagine segnaposto

2° Workshop del Forum Europeo delle Funzioni di Guardia Costiera “Maritime Security in the framework of Coast Guard Functions (Sicurezza Marittima nell’ambito delle funzioni di Guardia Costiera)”

Immagine segnaposto

Primo incontro sul tema: policy di sviluppo della componente ambientale del Corpo

Immagine segnaposto

Comunicato stampa del 2 aprile 2019