​​​ 

Il Corpo delle Capitanerie di p​orto - Guardia Costiera, dispone di circa 600 Mezzi Navali dislocati in oltre 100 porti della Penisola e delle isole.

Le Unità Navali del Corpo sono impegnate in numerosi compiti conseguenti al rapporto funzionale con più Dicasteri. Nello specifico le attività discendenti dagli obiettivi strategici assegnati al Corpo, possono essere ricondotte a cinque principali missioni:

  • la salvaguardia della vita umana in mare e le conseguenti attività di soccorso;
  • la governance dei porti e le connesse attività di polizia marittima;
  • la tutela delle attività connesse alla pesca marittima;
  • la sicurezza della navigazione;
  • tutela dell'ambiente marittimo e costiero.

Ulteriori funzioni sono svolte per i Ministeri dei beni culturali e ambientali (archeologia subacquea), degli interni (antiimmigrazione) e del dipartimento della protezione civile, tutte aventi come denominatore comune il mare e la navigazione.

Negli ultimi anni sono stati portati a termine i programmi di potenziamento della componente navale del Corpo. Dai Pattugliatori Classe FIORILLO alle Unità d'altura a grande autonomia della classe 200  sino alle Navi Multiruolo della Classe DATTILO e del Supply Vessel GREGORETTI. A queste si aggiungono la nuova Classe 300 (destinate all'attività di ricerca e soccorso d'altura), il potenziamento della Classe 800 (destinate all'attività di ricerca e soccorso in mare), delle Classi 2000, 500 e 700 (destinate prevalentemente in attività di polizia marittima, vigilanza pesca e tutela dell'ambiente marino). Sono stati inoltre acquistati nuovi battelli/gommoni aventi una capacità operativa superiore a quella dei precedenti mezzi minori ed eseguiti numerosi aggiornamenti tecnici (refitting) sulle Unità Navali Classe 400 (impiegate al controllo delle attività connesse alla pesca marittima).

 

Guarda l'evoluzione dei mezzi navali del Corpo