Il Piaggio 166 DL3 è un monoplano con ala medio-alta a gabbiano, dotato di eliche spingenti e carrello triciclo retrattile. I motori installati sono delle turboeliche LTP 101 e forniscono circa 600 SHp ognuna e sono ubicati nella zona formante il gomito dell'ala a gabbiano. Alle due estremità alari sono applicati i serbatoi supplementari.

L'avionica di missione prevista per la configurazione SEM comprende:

  • un apparato RADAR panoramico FIAR Bendix 1500A multifunzione (ricerca/scoperta, navigazione e meteorologica) la cui antenna è collocata in un apposito radome posto sotto la parte anteriore del velivolo;
  • un sensore FLIR, la cui "testa" è applicata ad un apposito attacco posto sotto l'ala sinistra;
  • un apparato di telerilevamento multispettrale in grado di rilevare, rappresentare su video e registrare la presenza di macchie inquinanti, consentendone di valutare il tipo, lo spessore e la profondità;
  • un apparato di telerilevamento iperspettrale per la realizzazione di mappe tematiche da impiegarsi per la difesa dell'ambiente marino;

 

Le apparecchiature di bordo consentono di effettuare, anche di notte, controlli dell'inquinamento marino e di ricerca naufraghi ai quali può essere prestato un primo soccorso mediante il lancio, da un'apposita botola posta sul pavimento del velivolo, di zattere autogonfiabili.

Il P166DL3 è impiegato principalmente per il monitoraggio e il controllo delle acque marine.

All'occorrenza il velivolo può essere allestito in configurazione per trasporto logistico nonché per il trasferimento di traumatizzati (MED). L'equipaggio è di norma composto da 2 piloti, 2 operatori di sistemi di bordo ed un tecnico specialista.

DATI TECNICI

OPERATIONAL SPEED: 130 KTS (240 KM/H).

SERVICE CEILING: 24 000 FT ( 7300 M).

RANGE: 455 NM (842 KM)

Aerei

Immagine segnaposto

ATR42 MP

Immagine segnaposto

PIAGGIO 180 AVANTI II