Il porto è al buio e vengono registrati furti nei pescherecci: gli uomini della Guardia Costiera avviano ronde e sporgono denuncia contro ignoti. Di certo questa non è la prima volta che il Comandante dell' Ufficio Circondariale Marittimo - Guardia Costiera di Marsala, il Tenente di Vascello Raffaele Giardina scrive agli organi competenti (in primis alla Regione) per segnalare il disagio di avere diverse banchine del porto senza impianto di illuminazione funzionante e di recente anche il Provveditorato alle opere pubbliche di Calabria e Sicilia ha sostenuto le motivazioni di Giardina. "Si è resa necessaria una intensificazione dei controlli con ronde anche notturne, - spiega il comandante - effettuate dai militari del Circomare per creare uno stop al fenomeno di piccoli furti delle attrezzature marinaresche e della strumentazione di bordo dei motopesca ormeggiati, facilitati dalla scarsa illuminazione delle banchine portuali. Ad attivare l' attività sono state alcune segnalazioni ricevute e una denuncia che è stata trasmessa all' Autorità giudiziaria attraverso la redazione della notizia di reato anche se contro ignoti visto che non si è potuto, ancora, risalire agli autori del furto". Sono tre i pescherecci che hanno subito furti del valore complessivo quantificabile in alcune migliaia di euro. Occhi puntati anche sulla filiera della pesca, "l' Autorità Marittima di Marsala - dicono dal Circomare - ha condotto l' attività di verifica intensificando i controlli in materia al fine di tutelare i consumatori finali soprattutto nel periodo delle Festività Natalizie nel quale, più spesso, si assiste alla recrudescenza di fenomeni legati all' abusivismo nella vendita di prodotti ittici che vengono commercializzati da soggetti non titolati perchè pescatori diportisti". In tre gli abusivi beccati: sono stati tutti multati per mancanza di documentazione.

MARSALA - 17/01/2015

REDAZIONE: IL GIORNALE DI SICILIA​