Un uomo finisce in mare: lo salvano i militari della Capitaneria di Marsala. E' accaduto nella zona costiera del Comune di Petrosino. Intorno all'ora di pranzo i carabinieri della stazione petrosilena hanno rinvenuto un'auto nei pressi della costa antistante la zona di Torre Sibiliana – costiera per lo più rocciosa -, ma mancava il suo conducente. Questo "indizio", e il fatto che i familiari di un residente dello stesso Comune dell'età di 55 anni non sapevano dove fosse il loro congiunto da qualche ora e per questo avevano denunciato la sua scomparsa, ha fatto attivare la macchina dei soccorsi, in quanto, da subito, è apparso plausibile che la persona in questione fosse caduta in acqua in una giornata non proprio adatta a fare il bagno in mare. Dalla sala operativa del Circomare di Marsala diretto dal Tenente di Vascello Gian Luigi Bove – neo insediato comandante del porto marsalese – sono stati inviati sul posto due mezzi nautici: la motovedetta CP 2114 e il gommone – battello pneumatico B33 – in dotazione all'Ufficio Circondariale Marittimo Lilybetano.

E' intervenuta in supporto anche la motovedetta di Mazara del Vallo CP 850.

"Sotto il coordinamento della sala operativa della Guardia Costiera di Marsala, la Cp 2114, comandata dal capo di prima classe Giuseppe Albini – spiegano dal Circomare -, ha individuato e soccorso il malcapitato a circa trecento metri dalla costa, nonostante le condizioni proibitive del mare e le forti raffiche di vento".

Miracolosamente, poco dopo il 55enne è stato rinvenuto in vita, sospinto dalle onde – considerato che il mare non era affatto calmo e c'era vento – ed era ancora cosciente.

L' uomo è stato preso a bordo della motovedetta ed accompagnato a terra, fino al porto di Marsala dove c'era, ad accoglierlo, un' ambulanza del 118, ma le sue condizioni lasciano ben sperare, visto che è persino riuscito a scendere da solo dalla motovedetta CP 2114.

MARSALA 18.09.2015

REDAZIONE: IL GIORNALE DI SICILIA