​Con una semplice cerimonia è stata celebrata ieri a Marsala la Festa dell' Unità Nazionale e la Giornata delle Forze Armate. Il Segretario Generale Bernardo Triolo, delegato del Commissario Straordinario assente per improrogabili impegni istituzionali, il Presidente del Consiglio Comunale Enzo Sturiano, i comandanti delle Forze Armate e paramilitari locali, nonché i componenti delle Associazioni Combattentistiche e d' Arma, hanno partecipato alla Santa Messa in memorie dei caduti di tutte le guerre celebrata da monsignor Giuseppe Ponte, arciprete di Marsala e da padre Giuseppe Maniscalco, cappellano militare. Nel corso della sua omelia Padre Ponte ha evidenziato " che gli uomini devono assolutamente affermare la pace nel mondo senza farsi trascinare da desideri di sopraffazione su altri fratelli. Ogni soldato e ogni uomo deceduto per la propria patria aveva un nome e un cognome, legami di parentela e propri cari. Era insomma una persona che sognava anche lui di vivere in pace. Dal sacrificio dei nostri avi venga dunque l' insegnamento a vivere in armonia guardando anche alle persone che vivono in stato di difficoltà costretti a lasciare i propri territori dove imperano conflitti e oppressioni di massa ". Prima della benedizione solenne, il Tenente di Vascello Raffaele Giardina ha letto la Preghiera del Soldato e successivamente l' avv.  Silvio Forti ha consegnato a Padre Ponte e al Commissario Giovanni Bologna (il premio è stato ritirato dal segretario Triolo) gli attestati di carrista ad Honorem.

MARSALA - 05/11/2014

REDAZIONE: MARSALA.IT