​Volantini e locandine per informare i cittadini sui pericoli derivanti da malsane abitudine nella fruizione delle spiagge e del mare, attraverso un decalogo del bagnante sulle regole da seguire in estate.

È l'iniziativa promossa da questo Comando, diretto dal Tenente di Vascello (CP) Angelo LABELLA.

Il decalogo è solo un modo "simpatico" per ricordare a tutti di affrontare il mare sempre con il dovuto rispetto, attraverso un approccio civile e responsabile, tale da non arrecare a se stessi e a chiunque altro pregiudizio alcuno, nella consapevolezza che la vita umana costituisce di per sé dono unico ed irripetibile. Sulla scorta di questo, le regole riportate sul volantino sono state divulgate anche negli stabilimenti balneari.

Ecco alcune consigli e parte delle regole contenute del "decalogo del bagnante": non fare il bagno se non sei in perfette condizioni psicofisiche; anche se sei un buon nuotatore, non sforzare il tuo fisico in acqua; dopo una lunga esposizione al sole, entra in acqua gradualmente; aspetta almeno tre ore dall'ultimo pasto prima di bagnarti; non entrare in acqua quando è esposta la bandiera rossa; se non sai nuotare, bagnati in acque molto basse; non oltrepassare i gavitelli che delimitano la zona di sicurezza; non spingerti al largo con materassini o altri galleggianti; evita di tuffarti dagli scogli; osserva quanto previsto dall'ordinanza di sicurezza balneare.

L'iniziativa si inserisce in una più ampia campagna di sensibilizzazione sulle tematiche del mare avviata sul territorio da parte dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Maratea, al fine di favorire una maggiore presa di coscienza da parte di tutti sulle norme comportamentali basilari per un approccio sicuro ed ecosostenibile alla risorsa mare.

Ai fini della tutela ambientale è importante sottolineare l'ultimo punto del decalogo, dove vengono riportati i periodi temporali necessari ad un rifiuto per essere smaltito una volta gettato in mare, quanto sopra al fine di sensibilizzare gli utenti ad evitare questa incivile abitudine, oltre a ricordare, che si è soggetti a pesanti sanzioni amministrative.

L'Ufficio Circondariale Marittimo - Guardia Costiera di Maratea, ricorda inoltre il numero blu 1530 per le emergenze in mare, valido su tutto il territorio nazionale 24 ore al giorno e utilizzabile gratuitamente sia da telefonia fissa che da cellulare oltre al numero di telefono 0973 87 68 59 della Sala Operativa del Comando in intestazione, anch'esso operativo 24 ore al giorno.