Il porto di Bosa è situato alla foce del fiume Temo,  sulla costa occidentale della Sardegna; a nord e sud ci sono rispettivamente i porti di Alghero ed Oristano.

Si parla di "porto commerciale" per identificarne la porzione marittima e di "porto fluviale" per indicare la parte del porto situata lungo il corso del fiume Temo.

Porto commerciale

L'Isola Rossa è oggi inglobata nella diga foranea che la collega alla terraferma; lo sbarco è consentito da un pontile fisso, lungo circa 70 metri, comunemente denominato "Banchina commerciale" e attualmente a prevalente funzione turistica e da diporto. Ai piedi del "vecchio faro" si trova un centro servizi con docce, wc, articoli nautici e bar ed in estate vengono allestiti pontili galleggianti per circa cento posti barca, in regime di concessione.

Porto fluviale

Sul lato settentrionale di Bosa Marina, compresa nel pubblico demanio marittimo, si trova una banchina lunga circa 115 metri, comunemente denominata "Banchina fluviale", gestita direttamente dall'Autorità Marittima secondo le diverse esigenze che possono presentarsi e destinata prevalentemente, nel periodo estivo, all'ormeggio transitorio delle imbarcazioni da pesca locali (Ordinanza 10/2014 dell'Ufficio Circondariale Marittimo di Bosa). Nel porto fluviale sono presenti due impianti di distribuzione carburanti ma non sono presenti servizi portuali, quali rimorchiatori, piloti, ormeggiatori e battellieri. Sull'altra sponda del fiume, a circa 600 metri dalla foce, in acque interne, hanno sede due approdi turistici, con oltre 400 posti barca e servizi.

Autorità Marittima - Ufficio Circondariale Marittimo - Guardia Costiera di Bosa

L'Autorità Marittima è presente nel porto di Bosa e dall'anno 2006 la sede ha assunto il rango di Ufficio Circondariale Marittimo, al comando di un Ufficiale della Marina Militare del Corpo delle Capitanerie di Porto con il grado di Tenente di Vascello. La Guardia Costiera di Bosa, con le proprie competenze che si estendono su una costa totalmente esposta alla forza dei venti e del Mar Mediterraneo, estesa per circa 40 chilometri, dispone di una motovedetta (CP 835) e di un battello pneumatico (G.C. A 63) per i servizi di polizia marittima e per l'espletamento del fondamentale servizio S.A.R. - ricerca e soccorso in mare.